" I MURI ESISTONO PER UNA RAGIONE, NON CERTO PER ALLONTANARCI, MA PER DARCI LA POSSIBILITA' DI DIMOSTRARE DAVVERO QUANTO VOGLIAMO UNA COSA"

mercoledì 16 gennaio 2008

repubblica delle banane




Lasciando perdere ogni altra considerazione di ordine sociale e politico...che il Presidente del Consiglio e il Presidente della Repubblica si scusino col Papa (che si e' offeso pestando i piedi) perche' un gruppo di cittadini (dei professori di un'Universita' Statale, per inciso) abbia esercitato il suo sacrosanto diritto a protestare, peraltro in maniera civile, mi pare...ecco, queste scuse mi sembrano assurde.
Sveglia ragazzi, qui c'e' uno Zelig gigante in atto!
Una nazione su Scherzi a parte...that's incredible...mah!

26 commenti:

Master of Fouls ha detto...

...non sto a sindacare sulle ragioni...ma il problema non è l'esercizio al diritto di protestare...il problema è che alla fine, PapaRatzi non andrà alla Sapienza per PROBLEMI DI ORDINE PUBBLICO!!! Manco fosse Bush...dal ministero degli Interni sono arrivate segnalazioni di disordini...

Molto più intelligente negargli la Lectio Magistralis (anche se ne aveva già tenuta una l'anno scorso in Germania), perchè mai accaduto alla sapienza che una figura non laica la tenesse...

e comunque: che due palle! La prossima volta ci vado io a fare la Lectio Magistralis...sulla Arcuri!

MoF

mario ha detto...

la cosa che mi fa incazzare e che ora passiamo per laici fondamentalisti.....
ma cioè ti rendi conto...
adesso siamo brutti cattivi
vergognosi non vogliamo il confronto......
ma che palle...
x me resta una vittoria...
e beniamino è stato bravo a passare x vittima...
oggi un gruppo di dementi gridavano applaudendolo
libertà libertà....
ma preferisco un figlio drogato a uno che fa il papa boys

davmo ha detto...

Senza parole davvero...ma ultimamente (vedi: napoli, mastella, la brambilla, tuuuuutto il resto) chi ne ha più?

VOTA ANDONIO VOTA ANDONIO

Gianluca ha detto...

Anche le banane prenderebbero le distanze da noi :-)

AndreA ha detto...

Eccomi! Come promesso sono passato per salutarti...

Diciamo che ormai non stiamo più nemmeno raschiando il fondo....siamo andati oltre il fondo!!! :-)

Un abbraccio, a presto!! :-)

kabalino ha detto...

mi sa che l'etichetta ce l'abbiamo appiccicata in fronte...

rompina ha detto...

mah...altra cosa pazzesca, per usare un termine alla Grillo: andate a leggervi il post di oggi sul suo blog...tra poco divento una pasionaria e vado a vivere in un paese a caso dell'america centrale....li' si' che sono persone serie (in confronto a noi, neh...)!!!

Anonimo ha detto...

complimenti il tuo blog è molto interessante e accattivante. lo leggo sempre con piacere e così ho pensato di lasciarti un segno...
se ti va passa a trovarmi su www.iloveisab.blogspot.com
ciao isab

°bio° ha detto...

Secondo me sarebbe ora di gridare al mondo che la chiesa ha chiuso un ciclo, che la religione, oggi, non serve più a niente, che i dogmi cattolici sono morti e defunti e che darsi una mano di vernice clericale non salva dal vuoto del proprio essere.

BC. Bruno Carioli ha detto...

Visto che i consumi sono depressi cercano di darci allegria col cabaret.

Fragola ha detto...

Sto per andare contro corrente. E forse anche fuori tema.
E'sicuramente un diritto degli studenti e dei docenti universitari protestare. E i politici dovevano prenderne atto, e basta. Forse sono anche daccordo sul fatto che la figura del Papa c'entri molto poco all'interno di un'Università Statale.
Invece non credo sia un diritto definire demente chi la pensa diversamente.
Credo sia giusto che chi lo desidera possa gridare al mondo che la religione non serve più a niente, ma chi invece come me ritiene che serva ancora deve poterlo dire con voce altrettanto forte. E preferisco senz'altro un figlio papaboy che drogato.
Spero di non perdere nessuno dei miei recenti amici di blog... e che Rompina abbia ancora voglia di incontrare me e il mio cane giallo psicopatico!
ciao

rompina ha detto...

Cara Fragola...il mio intervento era volto a difendere proprio il diritto di chiunque a dire la sua...i professori non hanno fatto altro che questo, ma siccome sono andati contro il Papa e' parso al mondo intero che avessero fatto chissa' che...
Invece, sempre a parer mio, e' giusto...e ben vengano le manifestazioni di disapprovazione, se fatte in modo cosi' pacifico e civile...non parlo degli studenti (sempre tendenti ad esagerare...ma son giovani, si sa...), ma proprio di quei professori ora messi alla gogna...perche' poi?

Ora...il fatto di scoprire che il tuo cane sia giallo frena un po' i miei propositi, ma sono sicura che superero' lo shock! ;o)
A presto!

rompina ha detto...

PS: un benvenuto speciale e tutti i nomi nuovi che leggo ultimamente...che bello vedere il blog popolato da persone nuove!!!

Fragola ha detto...

Dici bene Rompina: difendere il diritto di ciascuno a dire la sua. E lo so che sono andata un po' fuori tema rispetto al tuo post. Ma cosa sarebbe accaduto se io avessi definito "dementi" i professori o gli studenti che non volevano il Papa? O avessi detto che piuttosti che un figlio non credente meglio drogato?
Non ce l'ho con il Divano, che anche se un po' impulsivo mi sembra una persona che ha rispetto per tutti...
E' che a volte mi sembra siano tutti così impegnati a difendere la laicità da dimenticarsi che la libertà deve essere tale per tutti.

Poi: per restare in tema allora diciamo che il cane è una biondina e che, siccome oggi è S.Antonio Abate, quasi quasi stasera la porto in Chiesa per farla benedire, sai mai...

60gandalf ha detto...

no, non giustifico nè quei pochi ragazzi che in nome di non so quali principi si arrogano il diritto di rifiutare l'ingresso del Papa in una Università salvo acclamare quando invitati sono stati ex brigatisti +/- pentiti; nè tanto meno giustifico dei dementi che dovrebbero INSEGNARE le teorie, la pratica, la critica ragionata alle teorie...
una volta la facoltà romana di fisica era conosciuta e stimata nel mondo grazie ai cosidetti ragazzi di via panisperna (un certo Fermi, un certo Majorana,..), oggi per aver protestato contro il papa!!!

ps ed essere laici è ben altra cosa!!

lisa ha detto...

nessuno ha vietato l'ingresso al papa...sia i ragazzi che i professori hanno protestato...in un paese che si professa democratico, dove ancora grazie a dio (quel dio misericordioso che accoglie TUTTI, senza distinzione di razza, sesso, condizione famigliare, sociale e orientamento sessuale, quello che e' sconosciuto all'istituzione chiesa che dogmatizza verita' al mondo), mi sembra sia ancora possibile...
sai gandalf, non tutti credono ciecamente nell'infallibilita' del papa...quel papa che ancora oggi sostiene che il processo a Galileo fosse giusto, che ha negato i funerali e la sepoltura a Piergiorgio Welby, che inizia a palesare importanti simboli (e sappiamo quanto siano importanti i simboli e i rituali per la chiesa) come dire la messa di spalle ai fedeli, che si augura un ritorno alla messa in latino ecc. ecc.
se devo scegliere chi chiamare demente tra i professori e il papa...non scelgo certo i professori!

Master of Fouls ha detto...

...uuuuuuuuhhhh...rompi...

aaahhiiiii.....uuuuhhhhhhh....

MoF

rompina ha detto...

ordunque...ho trovato una sorella, Lisa ti quoto in tutto!

Mof, stavolta non c'entro...pur essendo d'accordo, lo sai, ti ho detto piu' o meno le stesse cose oggi...be', non le ho dette io!!! ;oP

E poi l'effetto potrebbe essere diverso, ti ho detto anche questo... :oD

60gandalf ha detto...

veramente anke giovanni paolo II, ben diverso teologicamente dall'attuale papa, ricevette una contestazione del solito sparuto gruppetto di pseudostudenti.
cartelli con scritto "NO POPE IN UNIVERSITA'" non volevano impedire l'ingresso al papa? in merito a Galileo, ha detto che in quel periodo storico era comprensibile il processo, ma ha chiesto al tempo stesso scusa per quel periodo buio della chiesa. La stessa chiesa grazie alla quale nel medioevo si sono diffusi libri e conoscenza, ricordi i frati amanuensi? certo, la stessa chiesa che mandava la rogo le streghe... ma parliamo di una istituzione con2000 anni di storia, nella nostra vita quante cazzate abbiamo fatto? abbiamo riconosciuto gli sbagli? abbiamo chiesto scusa di tutte?

messa in latino, prete di spalle... sono motivi per chiedere che una persona non possa esprimere le sue idee??
e cmq per la messa in latino concordo con te, la messa che ha predicato di spalle si è svolta nella cappella sistina il cui altare risale a "qualche anno prima" del concilio ecumenico, e si è svolta normalmente in italiano. E' anke vero che GPII usava un altare mobile per non voltare le spalle ai fedeli.
ke dire? quello ke mi da fastidio è ke si è permesso ad ex brigatisti di parlare nelle università, e se ne è difeso il diritto da parte di quegli stessi gruppi che hanno contestato la presenza del papa!

rompina ha detto...

Per cui fammi capire...siccome non hanno manifestato contro ex-brigatisti (che sincerely speaking mi stanno altrettanto sulle palle che il Papa), non dovevano farlo nemmeno contro il Papa...o meglio, siccome degli ex-brigatisti hanno parlato in quell'universita', allora in automatico chiunque, perfino il Papa (che strana associazione d'idee...) ha il diritto di farlo??
Io ribadisco il diritto di chiunque a manifestare il proprio dissenso...il Papa e la Chiesa lo fanno di continuo su cose della vita pubblica italiana...perche' dei cittadini comuni non possono prendersi lo stesso diritto?
E nessuno ha impedito al Papa di fare alcunche'...sarebbe ridicolo anche solo pensare che un gruppo, per quanto numeroso (manco tanto in realta') di persone possa impedire a benedetto li' di fare qualcosa...la storia dici? Appunto, la storia, anche quella piu' attuale, ci insegna quanto poco sensibile sia il Papa a posizioni diverse da quelle ufficiali della Chiesa e quanto bravo sia a sfruttare con una forza mediatica senza pari ogni cosa...vedi quest'ultimo fatto.

Anonimo ha detto...

Bella questa, dici che il Papa ("Benedetto lì") è poco sensibile a posizioni DIVERSE da quelle ufficiali della chiesa. bè x forza fa il papa!!! Trovo equilibrato il commento di gandalf. Abbiamo qualche anno di più e sappiamo anche cosa vogliano dire le giornate di grande oppressione quando le brigate rosse erano un argomento quasi quotidiano. Anche lì i principi potevano avere un certo rilievo, ma i mezzi di attuazione proprio no!
Ciao
Maria

Fragola ha detto...

Sul fatto che il Papa non sia "infallibile" non c'è alcun dubbio. Ma si può essere disposti ad ascoltare solo coloro che riteniamo "infallibili"?
Aggiungo che io non mi permetterei mai di chiamare demente né il Papa né dei docenti universitari. Tutti uomini non certo infallibili ma che sicuramente hanno qualcosa da insegnarmi...
buona giornata a tutti voi!

rompina ha detto...

Mi sono spiegata male...intendevo dire che non ammette posizioni diverse dalla sua...spara condanne e anatemi come fossero coriandoli...e poi se lo fa qualcun altro s'offende, povero!!!
In merito alla questione brigatisti...be', mi pare davvero assurdo (ma davvero tanto) paragonare dei cittadini che hanno solo avuto la malsana idea (guarda te la gente, neh) di esprimere in liberta' il proprio dissenso a dei brigatisti...
Sai, e' proprio ascoltando chi ha piu' anni di noi, ma anche piu' di te e gandalf, che forse noi piu' giovani siamo diventati un po' allergici a posizioni assolutistiche, della serie "quello che dico io e' legge!"...
In fondo poi...uno dei dogmi della Chiesa cattolica e' che il Papa abbia SEMPRE ragione (sai, la famosa infallibilita'...)...se questo vale per tutti i Papa, cade anche il discorso di Gandalf sui possibili errori commessi nel corso di 2000 anni...e comunque ne avrebbe di scuse da fare...non gli basterebbe una vita intera per chiedere scusa di tutto...
Anyway...ci stiamo discostando davvero tanto dal senso del post originario...

°bio° ha detto...

Io non credo sia una questione risolvibile tra i due punti: meglio un figlio papaboy che drogato. Io penso sia da rovesciare il tavolo sul quale per troppo tempo abbiamo giocato sapendo di perdere: meglio pensare con la propria testa o far pensare un teologo al nostro posto? Se il Papa ha qualcosa da dire, è giusto che ascolti cosa hanno da dire a lui i ragazzi. E sarebbe anche giusto che lui ricevesse ad esempio il Dalai Lama quando gli chiede colloquio. Invece no. Secondo me, ed è una mera opinione, dovremmo cominciare ad uscire dalle chiese ed entrare nel mondo, quello vero, quello in cui le famiglie non sono più come un giorno il vaticano ha deciso unilateralmente nonostante non se ne parli nella bibbia. Un mondo che ha bisogni di solidarietà e fratellanza più che di fede in un messaggero. Un mondo che ha bisogno del dissenso per far cadere un sistema che, anche attraverso la religione, ci ha sempre tenuti fuori dalla comprensione.

60gandalf ha detto...

io nn ho paragonato affatto i brigatisti ai dissidenti!!! ho detto che tali ragazzi hanno difeso il diritto dei brigatisti di parlare nelle università, ma lo hanno negato al papa!!
per il resto se non approvi la chiesa, il papa.. nessuno ti obbliga ad ascoltarlo... io personalmente credo(?forse) in un Dio ma non nella chiesa nè tantomeno nell'infallibilità dei papa. Ho ammirato Papa Luciani, Papa Giovanni Paolo II, ho ascoltato e condiviso le loro parole; ascolto ma non condivido le posizioni dell'attuale papa; mi trovo ad ammirare molti preti che provano a insegnare ai ragazzi i valori di amicizia, rispetto, tolleranza e a ricordarli agli adulti, valori che ritengo oltre la religione, ma che debbano essere propri di una società laica; ma vedo che ci sono molti altri preti molto rigidi, inflessibili nelle loro certezze che vogliono inculcare nella gente, per niente aperti a capire e condividere i tanti dubbi che abbiamo.
Non x questo mi metto davanti alla porte delle loro chiese x impedire che parlino: sta ad ognuno di noi ascoltare e seguire il proprio libero arbitrio nell'assoluto rispetto di quello degli altri.

S.B. ha detto...

Magari fossimo la repubblica delle Banane! Le banane son frutti molto nobili !