" I MURI ESISTONO PER UNA RAGIONE, NON CERTO PER ALLONTANARCI, MA PER DARCI LA POSSIBILITA' DI DIMOSTRARE DAVVERO QUANTO VOGLIAMO UNA COSA"

mercoledì 6 febbraio 2008

l'ombrellaia matta


E' oramai un dato di fatto...sono la piu' grande distruttrice di ombrelli che sia mai esistita...li rompo i mille modi, i piu' creativi, riesco a farli capovolgere ed accartocciare su se stessi anche con poco vento, li perdo, li frantumo...magari li usassi per picchiare chi se lo merita...lascio quest'opzione per quando saro' vecchia incartapecorita, ombrello al posto di borsetta...vuoi mettere? molto piu' efficace...
Non so come faccio, giuro...un momento prima sono sani e perfettamente funzionanti e un momento dopo penzolano tutti da una parte, il manico si stacca, la tela si sfilaccia o si rompe...
Quello che mi dispiace piu' di avere perso era un ombrellino carinissimo, di Laura Biagiotti, verde acqua, impugnatura a sfera...trés chic! Ora quest'ombrello very fashion ce l'ha una famiglia calabrese emigrata a Torino...l'ho perso un maggio di tanti anni fa su un treno della speranza, Intercity Reggio Calabria-Torino...spero lo trattino bene e gli facciano mangiare tanta soppressata...
L'ultimo caduto sotto il mio venefico influsso lunedi' sera e' un ombrellino Benetton bellissimo, verdissimo, piccolissimo, leggerissimo, MA very very resistant...infatti non sono riuscita ad ucciderlo con i soliti metodi, non ci sono stati refoli d'aria improvvisi, o tempeste di neve, acqua, grandine, non l'ho perduto...sono semplicemente entrata in macchina e ho chiuso la porta...e poi l'ho richiusa...e poi mi sono accorta che il manico dell'ombrello impediva alla portiera di chiudersi...ho sorriso tenera e fiera (a quel punto l'ombrello non era ancora rovinato, anzi era in perfetta forma...incredibilmente), con mossa fulminea ho sollevato il manico e fluidamente ho richiuso la portiera in perfetta sincronia col manico che si riabbassava, andando ad incontrare una superficie troppo dura per poter resistere ancora...
Sigh. Il mio tesssoro...

8 commenti:

Baol ha detto...

Hai presente Agata, di "Agata e la tempesta"? Quella che fulminava le lampadine? Beh, te fai la stessa cosa con gli ombrelli :D

Joan Doe ha detto...

Sai che faccio io invece?
Settimana di pioggia: vado in giro 5 giorni senza ombrello, con il cappuccio della maglia o i capelli bagnati. Poi mi decido a comprare un ombrellino e appena esco dal negozio torna il sole. "Beh, lo lascio in borsa, se torna la pioggia almeno ce l'ho". Immancabilmente non piove per un mese... mese in cui l'ombrello rimane in borsa, tormentato da libri, chiavi, biro e quant'altro... Così, quando tornano le piogge monsoniche, io tiro fuori il mio ombrellino e... ed è tutto accartocciato, bucato e inservibile...!!

Gianluca ha detto...

Io e gli ombrelli abbiamo un rapporto controverso.
li dimentico ovunque, credo di averne seminati in ogni appartamento di amici o parenti, treno, sala d'attesa ecc. ecc.
E loro si fanno desiderare nel momento del bisogno.

AndreA ha detto...

Gli ombrelloni al mare??

Buona notte! ;-)

°bio° ha detto...

Hei ciao che fine hai fatto??? ;) Eccomi qua di nuovo!Ho sentito dire che ne hanno costruiti di nuovi in titanio e diamante che dici di comprarne uno??

Jessica Moh ha detto...

Sei sicura che non ti rifilino ombrelli "scaduti"?
by

Fragola ha detto...

Odio gli ombrelli...sarà per questo che è una settimana che starnutisco??
ciao

rompina ha detto...

@baol: oddio! Agata e la tempesta...quanto tempo...!!! :oD Non ci avevo mai pensato...

@Joan: succede anche a me...poi quando imbrocco il giorno giusto...rompo l'ombrello...sigh.

@gianluca: ah! come ti capisco!

@AndreA: aehm...no, quelli per ora si salvano. Per ora.

@bio: me ne aspetto uno come regalo di compleanno...anzi, dai...facciamo uno stock! Ari-sigh...

@Jessica: uhm, bella domanda...ci staro' piu' attenta d'ora in poi... ;o)

@Fragola: oh be'...potrebbe anche essere!!! Curati, che ti voglio in forma per sabato!!!